Pubblicato in: Arte, Cinema, Design, Orologeria, Orologi, Star Trek

STAR TREK IN UN OROLOGIO

Una delle figure più innovative nel mondo dell’orologeria è Maximilian Büsser, un ex dirigente della Jaeger-LeCoultre che ha lasciato il marchio conservatore degli orologi a mulino a vento di sua invenzione. Chiamare Büsser un orologiaio è quello che si dice fare un disservizio. Il suo lavoro trascende non solo l’orologio tradizionale ma soprattutto il concetto di tempo e di  distanza. Tanté che non osa nemmeno chiamare le sue creazioni “orologi” ma “macchine d’orologeria” – un termine che si potrebbe trovare pomposo e invadente finché non vedrete i risultati.

La MB & F, (Maximilian Büsser and Friends) ha proprio nella parola “amici” la chiave di (s)volta. Non troverete, infatti, Büsser lassù tra le Alpi a perdere la vista tra gli ingranaggi minuti di un orologio ma intento a realizzare un lavoro di gruppo, in cui il leader riunisce diversi orologiai innovativi ed indipendenti e spiegare come trasformare le sue visioni in realtà. E tra le tante opere, fa clamore l’ultima creazione, in collaborazione con L’Épée 1839, ovvero la STARFLEET / MACHINE. Un orologio da tavolo enorme che ha una vaga somiglianza con l’ ENTERPRISE la nave madre della saga fantasy STAR TREK che già di suo è riconducibile ad un satellite in orbita.

I componenti dell’orologio siedono sospesi al centro di una carrozza arrotondata (o sfera centrale) di acciaio inossidabile. Il tempo è visibile e “raccontato” su un display centrale rotante che incorpora ore e minuti, mentre i secondi sono indicati da due “cannoni laser” montati a torretta con i ticchettii rivolti verso l’esterno. Straordinaria ed unica è la carica con una riserva di 40 giorni, che è possibile impostare dall’alto verso il basso con una chiave a doppia faccia.

Cercare di spiegare il funzionamento de La Flotta Stellare in parole povere è difficile poiché non sono un esperto in materia. È però possibile vederlo in azione nel video (sopra postato) rilasciato direttamente dalla MB&F. Di questi orologi, ops macchine d’orologeria, saranno prodotti solo 175 esemplari (e visto il costo si capisce anche perché – € 23.000, 00 a pezzo) e venduti a Ginevra presso la MAD Gallery di Büsser.

Che siate uno degli acquirenti o che lo vedrete solo tramite video o nel mio blog, i capolavori di Maximilian Büsser sono una vera e propria scienza in miniatura di design.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...