Pubblicato in: Acqua, Acquario, Animal, Animali, Architettura, Art Aquarium, Arte, China, Cina, Color, Design, Expo, Expo2015, Giappone, Hidetoro Kimura, Italia, Japan, Kimono, Kingyo, Milano, Music, Musica, Periodo Edo, Pesce Rosso, Vasche, Venini

KINGYO – L’ARTE IN UN PESCE ROSSO

06 - Hidetomo Kimura - Art Aquarium

Art Aquarium, per la prima volta fuori dal Giappone, in una prima internazionale a Milano – già impegnata con L’EXPO2015 – mette in scena l’arte viva del pesce rosso: il “Kingyo”. Simbolo di prosperità e fortuna questo pesce “bianco dalla cresta rossa” diventa il protagonista assoluto dell’acquario che evoca la cultura del Sol Levante dove le vasche d’acqua, installazioni monumentali, luci e suoni si alternano in maniera vincente ad immagini e profumi.

“In Art Aquarium c’è la bellezza creata dalla natura. Il Kingyo è segno della provvidenza, e spero che attraverso l’incontro con questo pesce elegante, i visitatori avranno la possibilità di capire meglio il rapporto tra uomo e natura” –  afferma l’artista Hidetomo Kimura.

È necessario, però, parlare della storia millenaria del Kingyo, il pesce rosso, nato in Cina più di 2.000 anni fa per spiegare Art Aquarium nel dettaglio.
Arrivato in Giappone nel 1502, il pesce rosso era considerato raro e prezioso, tanto che solo i governanti o gli uomini più potenti come i feudatari principali padroni del periodo, potevano possederne uno. Durante gli ultimi anni del Periodo Edo (periodo che va dal 1600 al 1868) si svilupparono numerose nuove specie di Kingyo, diventando così parte della cultura giapponese: un simbolo di prosperità e fortuna riprodotto nelle arti e nelle decorazioni.

Grazie alle danze acquatiche e sinuose del pesce rosso le vasche prendono letteralmente vita. Nel dettaglio troviamo:

  • La vasca più imponente è Oiran (cortigiana), ispirata ai quartieri di piacere del periodo Edo. Le cortigiane erano donne colte ed eleganti con interesse per l’arte, la musica e la poesia, che vivevano isolate dalla società.
  • Kimonorium, ispirata all’arte manifatturiera del kimono KyoYuzen: una vasca bidimensionale con giochi di luce e proiezioni.
  • La grande vasca Ooku, larga tre metri, evoca l’harem all’interno del Castello di Edo (noto per l’architettura militare): luogo d’incontri di mogli, figlie e concubine.
  •  Giyamanrium è ispirata ai diamanti e al vetro del periodo Edo, con luci e colori che fanno brillare la vasca e i pesci rossi al suo interno.
  • Altre installazioni riproducono i famosi giardini giapponesi come la vasca Bonborium nota per la luce delle lanterne, così come lo sono i fiori di ciliegio nella vasca Sakura-rium.

L’Italia ha la sua importanza non solo come Paese ospitante della mostra ma anche, e soprattuto, per i marchi celebri che ne fanno parte come per esempio Venini, prestigioso marchio veneziano specializzato nella lavorazione del vetro. Questi ha realizzato per Hidetomo Kimura la boccia Kingyola cui forma e colorazione sono ispirate alla forma flessuosa del pesce rosso e al movimento sinuoso della sua pinna. Questa collaborazione, avviata nel 2012, è un’occasione di incontro e scambio culturale tra la tradizione di lavorazione del vetro giapponese “kingyobachi” e “l’arte veneziana“.

La mostra Art Aquarium, arriva a Milano da giovedì 28 maggio a domenica 23 agosto, dopo numerose edizioni nelle principali città del Giappone dove ha registrato un successo straordinario di 4 milioni e mezzo di visitatori. La mostra è un vero e proprio viaggio alla scoperta della cultura giapponese: una fusione tra design, tecnologia e tradizione dove il visitatore diventa la comparsa in uno spettacolo dove i protagonisti sono i pesci rossi. 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...